Irena Brežná


Premi federali di letteratura 2012

Irena Brežná

 

Nata in Cecoslovacchia nel 1950 ed emigrata in Svizzera nel 1968. Vive e lavora a Basilea. Dopo gli studi di slavistica, filosofia e psicologia s'impegna a favore della scarcerazione di detenuti politici sovietici. Dal 1981 Irena Brežná è scrittrice e giornalista. I suoi articoli, pubblicati in Svizzera, Germania e Slovacchia, sono stati pluripremiati. I suoi lavori letterari sono principalmente incentrati sui temi dell'esilio e della patria.

 

«Die undankbare Fremde» Roman

Berlin, Verlag Galiani, 2012

ISBN 978-3-86971-052-5

 

Irena Brežná, autrice ricca di passionalità, giunge in conclusione del suo romanzo alla seguente formula illuminata: trasformare la propria condizione di straniero in madrepatria.

Una narratrice con due voci: la prima appartiene al passato della giovane donna, che dalla Cecoslovacchia viene in Svizzera mentre passa dall’infanzia all'adolescenza, la seconda al presente di un'interprete che traduce alle autorità il destino dei migranti di oggi, che traspone in prosa poetica per le lettrici e i lettori di questo libro. L'esilio come metafora paradossale, visto attraverso una lente d’ingrandimento, appare tremendamente serio, altamente comico, profondamente caustico e toccante.

 

Lettura dall'autrice

Irena Brežná legge un brano da «Die undankbare Fremde», opera con cui ha vinto il Premio federale di letteratura 2012.

Premi

1984 : Primo premio Ausländerliteratur in deutscher Sprache della sezione di linguistica applicata dell'Università di Berna.

2002 : Premio Theodor Wolff per Sammlerin der Seelen, Berlino, Aufbau-Verlag, 2003.

2008 : Premio «miglior libro dell'anno» dell'associazione slovacca delle scrittrici e degli scrittori per Die beste aller Welten, Berlino, edition ebersbach, 2008.

2012 : Premio federale di letteratura per Die undankbare Fremde, Berlino, Verlag Galiani, 2012.